Recupero crediti

Attività di recupero dei crediti a Pavia, Voghera e Vigevano.

Hai lavorato e non sei stato pagato o, più in generale, vanti crediti nei confronti di qualcuno che si dimostra restio a darti quanto dovuto??

Lo Studio Legale Nuzzo & Scabini, sito a Pavia, si occupa di svolgere tutte le attività giudiziali e stragiudiziali necessarie per il recupero dei crediti dei propri assistiti.

 

 

Come si può ottenere il recupero dei crediti?

La drammatica congiuntura economica italiana dell'ultimo decennio, con le sue pesanti ricadute sui singoli individui, famiglie e imprese, ha fatto registrare presso i Tribunali della Penisola un vertiginoso aumento di procedimenti volti ad ottenere “forzatamente”  il pagamento dei crediti.

Il complesso di attività finalizzate a far ottenere al creditore il pagamento di quanto dovutogli dal proprio debitore viene genericamente definita recupero crediti, e può essere sia giudiziale che stragiudiziale.

Come è facile intuire nel primo caso si rivolge al Tribunale per ottenere dal giudice una ingiunzione di pagamento e se, come può accadere, neppure questo è sufficiente ad ottenere l'adempimento, sarà necessario passare alla c.d. fase “esecutiva”, pignorando i beni mobili e/o immobili, o crediti che il proprio debitore ha nei confronti di soggetti terzi, al fine di soddisfarsi con la somma ricavata.

Il recupero stragiudiziale invece si sostanzia di intimazioni, solleciti scritti e diffide al debitore con l'avvertimento che, in caso di inadempimento, si attiveranno le procedure giudiziarie.

Negli ultimi anni il legislatore, allo scopo di incentivare soluzioni alternative alla via giudiziale ha introdotto nuovi istituti, fra i quali la c.d. negoziazione assistita (D.L. n. 132/2014), entrata in vigore nel febbraio 2015, che prevede che per i crediti di importo inferiore o pari a 50.000 il creditore debba invitare il proprio debitore ad una trattativa allo scopo di trovare un accordo.

Entrambe le parti saranno assistite dai  rispettivi avvocati.

Solo qualora il debitore non risponda all'invito, o non si raggiunga un accordo, sarà possibile ricorrere al giudice.

La prescrizione dei crediti

La legge fissa i termini massimi entro cui attivarsi per il recupero, superati i quali il credito si prescrive, ossia il creditore non potrà più possibile richiedere il pagamento.

In generale i diritti di credito si prescrivono in  dieci anni.

Il legislatore però, per alcuni tipi ha fissato dei termini più stretti ed, in particolare, si prescrivono:

In cinque anni i crediti crediti statali (compresi quelli tributari) derivanti da cartella esattoriale, i crediti previdenziali, le somme dovute a titolo di affitto per la locazione di immobili, le somme di denaro dovute a titolo di risarcimento del danno (salvo che il danno derivi dall'inadempimento di un contratto nel qual caso il termine resta di dieci anni), i crediti derivanti dalla cessazione del rapporto di lavoro.

In tre anni il diritto del professionista a ricevere i compensi per l’opera prestata.

In due anni i crediti derivanti da sinistri stradali (salvo che si verifichino delle lesioni personali nel qual caso il termine di prescrizione è pari al termine di prescrizione del reato di lesioni personali o di omicidio nei casi in cui si verifichi il decesso), i crediti che derivano da contratti di assicurazione.

Inoltre, con la legge di bilancio 2018 è stato ridotto a 2 anni il termine di prescrizione delle bollette di luce, acqua e gas.

In un anno i diritti che derivano da contratti di spedizione e trasporto, il diritto al pagamento delle rate dei premi assicurativi, il credito del mediatore per la provvigione.

Il codice civile prevede, infine, le c.d. prescrizioni presuntive: sono casi particolare in cui la legge presume che il debito sia stato pagato entro un determinato termine, variabile da sei mesi ad un anno. In tale ipotesi si inverte l'onere probatorio del mancato pagamento che è accollato sul creditore richiedente, mentre il debitore si può limitare a rilevare la prescrizione.

Naturalmente l'elenco di cui sopra non è esaustivo, ed è sempre consigliabile non far passare  troppo tempo dal momento in cui il credito diventa esigibile (ossia da quando si può pretendere di essere pagati) sino al momento della richiesta.

Contattaci

Se hai dubbi e hai bisogno di ulteriori informazioni o vuoi fissare un appuntamento, inviaci un messaggio e ti risponderemo nel minor tempo possibile.

Prima di compilare il form assicurati di aver preso visione dell'Informativa sulla privacy.

Richiesto
Richiesto
Richiesto
Richiesto

Realizzato da BASE315

Privacy Policy Cookie Policy